martedì 31 marzo 2015

Medusa ha letto: La Dannazione della Sirena di Ornella Calcagnile






Sinossi:
L’oceano nasconde rare beltà come sirene e tritoni. Ma la bellezza e la longevità, il privilegio di vivere sia negli abissi che sulla terra, hanno caro prezzo: la dannazione.
Tide è una sirena che rifiuta i lati oscuri della sua specie e prima che la maledizione tocchi anche lei, scappa per vivere serenamente ciò che le resta della sua esistenza. Si nasconde nel Mediterraneo dove si lascia cullare dal calore delle sue acque e delle popolazioni costiere, finché non si innamora di Marsiglia e non incontra Florian, che le regala nuove sensazioni e sapori. L’idillio, purtroppo, si interrompe sul nascere; le sorelle della giovane sirena, dopo aver ucciso Florian, trascinano Tide nel loro regno, punendola duramente e riportandola sulla retta via. Lei è la loro adescatrice di uomini, ha il compito di sfamare la sua famiglia con carni umane, da cui dipende la loro sopravvivenza.
Tide, determinata a non subire più castighi, accetta con rammarico quel ruolo che da sempre la opprime e che detesta, ma una sera quella fermezza vacilla: Enrico, giovane italiano, le riporta alla mente ricordi tanto piacevoli quanto dolorosi, ponendola nuovamente di fronte a una scelta, in bilico tra coscienza e razionalità: risparmiarlo o cedere alle pressioni delle sue fameliche sorelle? 

Medusa pensa:
Ho letto con molto piacere questo racconto, conosco i lavori dell'autrice e anche questa volta non si è smentita. 
Tide è una sirena, in contrasto con le tradizioni del suo popolo decide di fuggire. Le sirene non sono solo bellissime creature degli abissi, ma mostri voraci che si cibano anche di carne umana. Tide rifiuta il suo destino, non vuole piegarsi a quelle leggi che faranno di lei una predatrice. Ma è davvero così facile ribellarsi alla sorte? Amo le storie di sirene, la letteratura è piena di favole e miti su queste creature così affascinanti. L'autrice si discosta ampiamente dalla figura della sirena delle favole, e rende pienamente giustizia al mito della creatura leggendaria ammaliatrice e crudele.
Un racconto da assaporare lentamente, un viaggio tra il mito e la modernità. Attendo di leggere altro di questa promettente autrice.  





martedì 24 marzo 2015

L'Antro cerca collaboratori

Vi sarete accorti che non riusciamo a essere più presenti come i primi tempi. Questo perché molti di noi sono sotto il periodo degli esami universitari, altri hanno avuto qualche problema in famiglia, altri ancora di salute. A questo nostro progetto teniamo molto e non vorremmo perderlo, ma il nostro desiderio è anche quello di curarlo come merita, perché è un po' di tutti, lettori e scrittori italiani che meritano uno spazio tutto loro. Quindi bando alle ciance. Abbiamo bisogno di aiuto. Ci serve gente pronta a leggere, recensire, fare anteprime, gestire interviste... animare il gruppo. Se si forma una bella squadra non sarà gravoso per nessuno e il gruppo, di ormai 626 membri, compresa la pagina e il blog che conta ormai più di 2.800 visite, arriverebbe allo scopo che ci eravamo prefissate all'inizio. Se volete darci una mano, saremo bel felici di allargare la squadra.

mercoledì 18 marzo 2015

Focus on: Mezzo vampiro di Belinda Laj
Buona sera, non ho ancora finito di sorprendervi. Corro a  presentarvi questa succulenta novità, un libro molto intrigante di un'autrice esordiente a cui auguro tanti in bocca al lupo. 

 



Sinossi:
 Julian Laurent non è come gli altri vampiri: lui non ha ricevuto il marchio dal Signore degli Immortali. Per questo motivo la sua permanenza all’interno della Damned Academy non sarà facile; oltre a dover affrontare il disprezzo di vampiri, angeli, demoni e mezzosangue, dovrà vedersela con Mia, una ex ragazza di cui non ricorda nulla. Julian crede che tutti i suoi problemi si riducano a questo, ma presto capirà che in gioco c’è molto di più. I trasformati gli danno la caccia per ucciderlo, e un pericoloso potere che nessuno dovrebbe avere sta crescendo dentro di lui. Grazie a Ray, un altro vampiro, scoprirà cosa è realmente il marchio: uno strumento con cui il loro Signore, Blake, tiene in proprio potere gli immortali. Liberare gli studenti dall’influenza del marchio non sarà affatto semplice, anche perché Julian crede di essere legato a Blake da un filo invisibile, e la realtà è peggio di quanto possa immaginare. 

Dicono i lettori:
Ho comprato “Mezzo Vampiro” perché avevo letto degli estratti,prima della pubblicazione,che mi avevano incuriosita molto.
Sapevo che era un libro di esordio ma,a lettura terminata,ho chiesto comunque conferma all’autrice.
Il motivo è molto semplice,dalla prima all’ultima pagina si ha la sensazione di leggere il nuovo libro di uno scrittore affermato.
Le scene e le ambientazioni sono descritte in maniera interessante senza soffermarsi su troppi particolari cosicché ci si possa concentrare solo sulla trama che si fa più intrigante pagina dopo pagina.
Fino alla fine non capiamo chi sia davvero il buono e chi il cattivo perché ci vengono dati tanti indizi che ogni volta rimettono in discussione quello che pensavamo di aver già capito.
Ho trovato difficile provare simpatia per Julian, il protagonista,e l’ho trovato strano così ho pensato a questo romanzo come un racconto corale dove ognuno ha un suo ruolo importante.
Ho amato invece Hunter,il migliore amico di Julian,per la sua coerenza e la sua lealtà ostinata e ammirevole e Mia per la caparbietà.
Insomma,per me questo romanzo non perde un colpo dall’inizio alla fine quindi lo consiglio vivamente.
In attesa del seguito,ovviamente!
Focus on: Sweet Destiny di Giovanna Mazzilli.

Buona sera sibillettori, oggi i miei riflettori sono puntati su questo libro. Tornato con una nuova e accattivante veste grafica, non potevo certo farmelo scappare.


 


Sinossi:
 Quando Charlotte, una ragazza semplice e molto legata alla famiglia, perde il lavoro pensa che la sua vita stia lentamente sprofondando verso il baratro. Ma lo scontro inaspettato col ragazzo dei suoi sogni darà una nuova svolta alla sua esistenza. La presenza di Eric, un poliziotto di San Francisco, la porterà a credere che il destino di ognuno sia realmente scritto e che nessuno possa cambiarlo. Due esistenze che si legheranno a doppio filo. Purtroppo la felicità, nonostante sia dietro l’angolo, a volte sembra davvero irraggiungibile. L’odio, la follia e la distanza s’intrometteranno tra i due, minacciando il loro futuro. Riusciranno a sopportare tutto, sfidando apertamente il fato beffardo? Sweet Destiny: una storia dolce e passionale che vi farà credere che l’amore è scritto nel destino. 

Dicono i lettori:
Esiste il colpo di fulmine?
Un amore nato così può durare?

Questa storia ce lo racconta attraverso i suoi personaggi
E' una storia molto dolce ed intensa, nulla è lasciato al caso
La storia ti prende talmente tanto che non riesci a staccarti per scoprire cosa succederà nella pagina successiva
Bellissima

***

 
Romanzo dai contorni particolari, trama intrecciata con maestria da un'autrice emergente.
Mi ha donato ore piacevoli, riuscendo a trasportarmi nelle vite dei due protagonisti.
Ho vissuto il loro amore non solo da spettatore esterno.
Ha creato una romantica storia animata, dall'inizio alla fine, da un pathos incalzante. Complimenti e lo consiglio vivamente a chi ama i romanzi d'amore con intrecci di suspense.

martedì 17 marzo 2015

Blog Tour: Apostasia di Marie Albes.

Buon giorno sibillettori, oggi siamo liete di ospitare la 12° tappa di questo interessante blog tour tutto dedicato all'ultimo libro di Marie Albes "Apostasia"









Sinossi:
Non si muore per amore, siamo progettati per sopportarlo.
Chiara affronta la sua vita con il sorriso: sono ormai dieci anni che vive in un piccolo convento nelle campagne fiorentine dove il tempo pare essersi fermato, e la fede che l'ha spinta a prendere i voti sembra crescere come un fiore in primavera.
Ma ecco che un giorno arriva José Velasco – giovane spagnolo venuto in Italia per scoprire il segreto che tormenta la sua famiglia da anni – e per la prima volta Chiara sente qualcosa palpitarle dentro al petto, un sentimento profondamente sbagliato per una ragazza che indossa un velo come il suo.
Così l'amore inizia il suo gioco di sguardi, e mentre José è costretto a lavorare nelle campagne intorno al convento per riuscire a indagare sul proprio passato, Chiara passa le giornate aspettando l'ora di lezione che trascorre con lui, per insegnargli una lingua che in realtà José conosce già abbastanza bene.
Nel frattempo l'estate scivola via, lasciando che Chiara e José continuino a inseguirsi a vicenda, ormai incapaci di ignorare ciò che li invade, ma allo stesso tempo impauriti da un vincolo che rappresenta qualcosa di più pericoloso di un semplice voto monastico.





Medusa pensa:
Inizio col dire che ero piuttosto impaziente di leggere questo libro, Marie Albes è un'autrice di grande talento nel panorama self italiano e si è pienamente riconfermata con questo libro.
Chiara dai capelli color miele e gli occhi "strani".
Chiara che prega un Dio che forse non l'ascolta più. Cresciuta in un paesino dove l'ipocrisia si scontra con la fede, la sua vita scorre tranquilla, ma l'imprevisto è dietro l'angolo. Basta un attimo, un incidente e un voto che le cambierà la vita.
Ma può una parola, detta in un momento di sconforto, avere conseguenze drammatiche sulla vita?
Eppure Chiara abbraccia la sua fede e diventa suora, ignara dei piani che il destino ha in serbo per lei. Tutto ha inizio un giorno in cui, di ritorno dal paese, incontra un ragazzo straniero. L'emozione che quel giovane le provoca, è per lei fonte di confusione e imbarazzo. Così ha inizio il suo percorso, da innocente fanciulla dedita solo a Dio, a giovane donna innamorata.
Sì, perchè da quell'incontro qualcosa nella giovane suora cambia. Un mutamento dapprima lieve, che si trasforma con l'andare dei giorni. Un vagabondo e una suora, ma soprattutto un uomo e una donna.
Cosa gli riserverà il destino?
"Sì, l'amore è strano, nonchè orgoglioso e risoluto"
L'amore bussa quando meno te l'aspetti, può nascere in un cuore impreparato o fiorire all'improvviso da una menzogna.
Non andrò oltre perchè non voglio svelare altro di questa bellissima e particolare storia. I miei complimenti all'autice per essere riuscita a creare qualcosa di originale in un panorama, ultimamente, piuttosto monocorde. 




Link utili:
Sito dell'autrice:  www.mariealbes.com


domenica 22 febbraio 2015

PROSSIMA USCITA: ALI DI CENERE di Rossella C.

Buona domenica, Antro.
Oggi, Rossella C.  ci regala, in anteprima, due capitoli tratti dal suo romanzo New Adult di prossima pubblicazione.








Ali di Cenere è il primo volume di una trilogia chiamata Phoenix, dal tatuaggio che il protagonista porta sulla spalla  e come metafora del suo processo di guarigione morale e sentimentale che lui farà nel corso dei tre libri.

Sinossi :

 “Secondo la mitologia, la fenice è un essere immortale. Alla fine della propria vita muore trasformandosi in cenere e proprio dalle sue ceneri ritorna a nascere. Per quanto l'uccello voli in basso o in alto non ha importanza, morirà ma potrà rinascere e trovare una nuova vita. Le mie sono ali di cenere, non hanno speranza di tornare a volare.”

Mya ha 23 anni, è una studentessa e vive a San Diego insieme a Erika, la sua migliore amica. Ha alle spalle un tradimento d’amore e da allora non è più in grado di fidarsi degli uomini. Tutto cambia però quando nella sua vita irrompe Noah, un misterioso ragazzo dagli occhi azzurri, fotografo freelance, sempre in sella alla sua moto che riuscirà a sgretolare parte di quel muro che Mya aveva eretto attorno al proprio cuore.
Ma Noah sembra nascondere dei lati oscuri, enigmatici della propria vita, e per questo contro ogni aspettativa sarà proprio lui a cercare di frenare la passione improvvisa che li travolge.
Riuscirà Mya a fidarsi e ad avvicinarlo?

E se i segreti di Noah venissero poi alla luce?

PER VOI, UN PICCOLO ASSAGGIO:

                                     

CAPITOLO UNO

Drin!! Drin!!

Cavolo! Questa sveglia mi martella il cervello, dovrò cambiarla al più presto. La inserirò tra le cose da fare. Una lista questa che è diventata lunghissima ma che farò un giorno. Forse…“Mya alzati o faremo tardi!” tuona dalla sua stanza Erika, la mia coinquilina.

Mi alzo con riluttanza e vado in bagno. Lei è già pronta con i capelli  piastrati e il trucco perfetto. Ogni volta impiega un'eternità a lisciare i suoi capelli biondi, anche se non ne avrebbe bisogno perché sono perfetti già da quando si alza al mattino. Erika è bellissima ma è imperterrita, e impiega un’ora buona per prepararsi. Quando mi specchio io invece  vedo un mostro; le occhiaie ben visibili sul mio viso, a causa delle poche ore di sonno, non mi donano di certo. La nostra è una casa accogliente ma il luogo dov’è situata è alquanto rumoroso; sotto il nostro condominio si trova un piccolo pub-discoteca e questa è la motivazione del basso costo dell’affitto. Ma almeno abbiamo il college vicino. Entrambe frequentiamo l’università pubblica di San Diego, la quale offre la possibilità di avere delle stanze all’interno del campus. Ma nonostante ciò abbiamo preferito avere una casa tutta nostra, con le nostre comodità senza per forza doverci recare negli orari stabiliti alla mensa.
“Dai Mya sbrigati!”
“Arrivo, arrivo...”
Dopo aver indossato un paio di jeans e un maglioncino a girocollo bianco, prendo la mia borsa e mi infilo in ascensore. Sia lodato chi ha inventato gli specchi in queste minuscole cabine! È grazie a loro se riesco a sistemarmi i capelli all’ultimo minuto. Dopo svariati tentativi decido di lasciarli sciolti.
“Oh! Mya! Adoro i tuoi capelli, sono fantastici, sembrano cioccolato” dice Erika per poi fare una pausa. Sembra stia pensando a qualcosa. Infatti dopo qualche istante esclama: “Ho deciso! Me li farò tingere!”.
Alzo gli occhi al cielo.
“Ma hai sempre da lamentarti? Sei perfetta così come sei.” le rispondo sorridendo. Però devo dargliene atto. Anch’io adoro i miei capelli, lisci ma che formano dei piccoli boccoli sulle punte.

Al college arriviamo a piedi. Sono solo cinque minuti di cammino, e io e Erika ci dirigiamo subito alla lezione di scrittura creativa.
“Buongiorno ragazze!”
“Buongiorno Kyle”, rispondiamo in coro.
Kyle è un ragazzo non molto alto, ma carino, con tatuaggi e capelli rasati, tanto che sembra uscito dal telefilm di Prison Break. Ci conosciamo dalle superiori e siamo molto amici, seguiamo gli stessi corsi e lui vorrebbe diventare un giornalista proprio come me. Entriamo in aula e prendiamo tutti posto vicino. Dopo qualche minuto inizia subito la lezione, due ore per la precisione.  Adoro la letteratura, seguo questo corso con passione; non posso dire lo stesso di Kyle, che ho visto appisolarsi più volte mentre Erika sghignazzava come una scolaretta. Quei due non me la raccontano giusta, sono sempre pronti a stuzzicarsi, sembra esserci del tenero tra loro, solo che Erika è già impegnata da due anni ormai, con un ragazzo che lavora in una discoteca. Il suo nome è Mike, è carino ma non mi è mai sembrato il tipo adatto per lei, troppo serio e di poche parole. Al contrario Erika è un uragano, ti coinvolge in qualsiasi cosa faccia, sembra quasi impossibile dirle di no quando si mette una cosa in testa.
Finita la lezione usciamo nell’atrio per fumare una sigaretta. O meglio, guardo Kyle ed Erika fumarsela perché io non sono molto amante del fumo. In realtà neppure del fumo passivo, ma è un modo per prendermi una pausa con loro prima della prossima lezione.
“Mamma mia, questa lezione sembrava interminabile” dice Kyle
 “Non sai apprezzare la vera cultura” borbotto.
Mi guarda attonito “Ehi! Io l’apprezzo e molto. È solo che due ore con quell’insegnante sono davvero pesanti”
Alle sue parole scoppiamo tutti a ridere.
“L’ho notato”
Erika, gettando a terra la sigaretta e spegnendola con la punta della scarpa, annuncia:
“Ragazzi io vi lascio, m’aspetta un’altra  lezione”
“Cosa segui adesso?” le domanda Kyle,
“Storia”.
A quella semplice parola lui si porta una mano alla gola fingendo di soffocarsi.
“Dai!” Erika gli dà una pacca sulla spalla “Io vado”
“Ciao, ci vediamo dopo” aggiungo
Noi intanto ci dirigiamo al corso di giornalismo. In realtà è un seminario ma ci dà dei crediti extra; adoro il giornalismo ma questo corso per me è diventato faticoso perché la lezione è tenuta dalla Prof. Jhonson, una donna zitella e acida che sembra proprio avermi preso di mira. Mi affida sempre i compiti peggiori e critica ogni mio articolo.
Entriamo in classe e prendiamo posto. Subito dopo siamo seguiti dalla Jhonson che oggi ha optato per una gonnella che arriva fin sotto il ginocchio e che termina con delle pieghe di un improbabile color prugna, con abbinata una giacca bianco sporco. Un quadro a dir poco atroce!
“Buongiorno ragazzi” esordisce lei, “oggi ho un nuovo progetto da presentarvi, dovrete fare ….”
Viene interrotta subito dal rumore di un pugno che bussa alla porta. La Jhonson si indispettisce, ma invita ad entrare chiunque abbia bussato
“Buongiorno, perdonate l’interruzione”
La voce calda e profonda che ha appena parlato appartiene a un ragazzo moro dagli occhi azzurri, così limpidi e chiari da sembrare dello stesso colore del cielo. Anche da una certa distanza riescono a calamitarmi. Entra nell’aula mentre cala un silenzio tombale. Sorride alla Jhonson dall’alto del suo metro e novanta e si scusa di nuovo.
Quando quest’ultima riprende la facoltà di parlare risponde “Si figuri, nessun disturbo. Prego, prenda posto. Avevamo appena iniziato”.
Il suo atteggiamento accondiscendente mi lascia basita. Quando sono io a tardare non mi risponde mai in questo modo, anzi aggiunge sempre in tono stizzito un le piace dormire la mattina signorina Fisher! Adesso invece sembra essere quasi un’altra persona! Dopotutto non posso di certo biasimarla… Il ragazzo in jeans e maglioncino verde militare con scollo a V che mette in evidenza i muscoli delle braccia è una goduria per gli occhi. Attraversa l’aula con un sorriso sornione stampato sulla faccia… Che gran bastardo! Deve essere cosciente dell’effetto che fa sulle persone! Decido di non guardarlo. Non voglio che pensi che io sia un'altra di quelle ragazze che lo osserva estasiata, con la bava alla bocca. Mi raddrizzo e ascolto cos’ha da dire la Jhonson, che sta per riprendere a parlare.
“Come dicevo, ho un altro compito da assegnarvi. Questa volta però sarà un lavoro di gruppo. Voglio un articolo sui paesaggi di San Diego, sulle panoramiche, sulle bellezze che questa città può offrirci... insomma trovate qualcosa che possa piacermi”
Fantastico! Adesso ci saranno altri giorni da impegnare alla ricerca di qualcosa che possa soddisfarla e che toglierà tempo allo studio per la preparazione degli esami. A volte mi sento proprio afflitta. Almeno però questa volta posso scegliere cosa presentare nell’articolo...
“Signorina Fischer” mi chiama l’insegnante.
Tutti gli occhi si concentrano su di me.
“Vorrei che lei si occupasse delle panoramiche marine”
Ecco! Come non detto! Ha appena scelto lei per me!
“Mi stupisca! Per quanto riguarda i gruppi ci penseremo al prossimo incontro”.
“Va bene, Signora Jhonson”
Dal momento in cui gli occhi ritornano sulla professoressa, mi concedo di dare una sbirciatina alla mia destra, solo per vedere se ho colto l’attenzione di una certa persona. Eh sì! Il ragazzo dagli occhi azzurri mi sta proprio fissando! Ha ancora quel suo solito sorrisetto divertito stampato sul viso. Che vergogna! Mi volto subito, imbarazzata.
La professoressa comincia a spiegare le diverse fasi da affrontare per comporre un testo giornalistico, ma ormai non l’ascolto più. Ho la testa incassata nel collo per l’imbarazzo e sento ancora i suoi occhi sulla mia nuca. Kyle non mi calcola affatto, è sorprendentemente interessato alla lezione. Fingo di prendere qualche appunto in attesa che finisca mentre inizio ad avere una certa fame. La Jhonson finalmente conclude e poi ci saluta uscendo in fretta dall'aula. Io e Kyle ci alziamo per dirigerci alla porta; quando mi volto ancora una volta per dare un’occhiata alle mie spalle mi accorgo, tra un misto di sollievo ma anche di fastidio, di non essere più al centro delle attenzioni del bel ragazzo. Ora è concentrato a parlare con due studentesse del corso, rivolgendo loro un sorriso da far girare la testa. Resta al suo posto mentre le due gallinelle ridono e cercano in tutti i modi di toccarlo come se fossero gesti naturali. Non so neppure perché quella scena m'infastidisca, in fondo non so neppure il suo nome.
“Ehi, oggi sei proprio tra le nuvole eh?” mi dice Kyle con una gomitata, richiamando la mia attenzione.
“Scusami… Pensavo a quello che ha detto la Jhonson sul progetto giornalistico”
“Eh già! Spero di essere in gruppo con te, così farai tutto tu!” sorride
“Eh no! Sarà un lavoro equo, già dovrò sorbirmi le critiche della professoressa ma almeno stavolta saremo in due”
Erika ci raggiunge quasi di corsa.
“Ehilà ragazzi! Ho una fame! Sosta bagno poi dritti a casa?”
Annuisco alle sue parole. Non vedo l’ora di buttarmi a letto e passare il weekend da brava pantofolaia, senza fare assolutamente niente. Un riposo pre-esami. Le prossime settimane saranno davvero stressanti.

 



CAPITOLO 2


E’ sabato sera. Io ed Erika ci prepariamo per uscire. Non avevo una gran voglia, soprattutto perché ci sarà anche Mike, il ragazzo di Erika, ma lei ha insistito così tanto che alla fine ho deciso di chiamare Kyle per sapere se vuole accompagnarci anche lui.
Dopo alcuni squilli, finalmente risponde:
«Pronto, Mya?»
Deve aver letto il mio nome sul display.
«Ciao! Che fai?»
«Niente di interessante, guardo la Tv.»
«Fantastico!»
«Fantastico che io stia guardando al tv?» domanda incredulo
«No, fantastico che sei libero stasera; ti va di accompagnarmi ad un pub assieme a Erika?»
«Ci sarà anche quel pompato del fidanzato?» chiede sarcastico ma anche un po’ indispettito.
«Sì».
Alla mia affermazione, segue un attimo di silenzio
«Ehi! Ci sei ancora?»
«Sì ci sono, ma non mi va di incontrarlo borbotta.»
«Perché? Cos’ha che non va?» la mia voce stridula manifesta tutta la  delusione al pensiero di dover restare da sola stasera.
«Non mi piace!»
«Ti prego!» il mio tono si fa supplichevole ora «Non puoi lasciarmi da sola. Cosa succederà se poi vogliono appartarsi? Rimarrò sola al mio tavolo rischiando di attirare l'attenzione di qualche ubriaco che mi si avvicinerà e cercherà un approccio! Ti prego, per favore!»
Lo sento sbuffare ma poi aggiunge
«E va bene! Ma lo faccio solo per te, sappilo!»
«Grazie, grazie! Ti sono debitrice!»
«Passo a prendervi stasera alle nove, ok?»
«Si va bene, ma lascia la tua macchina qui...»
E prima che possa chiedermene il motivo, con molta prudenza, aggiungo «Andiamo tutti con una sola auto… quella di Mike»
Lo sento sbuffare ancora più forte ma per mia fortuna non cambia idea, e io chiudo la chiamata prima che possa farlo.

Alle nove siamo tutti pronti, Erika nel suo mini vestitino color crema, Kyle in tenuta da duro con giacca di pelle e jeans. Io ho optato per una maglietta grigia un po' scollata e un pantalone nero molto attillato che, con delle scarpe nere tacco dieci, riesce a darmi un certo slancio. Saliamo nell’auto di Mike e ci dirigiamo al locale. Durante il tragitto  Erika non fa altro che raccontare a Mike dei suoi ultimi progetti per lo studio il quale, totalmente estraniato, non l’ascolta affatto. Mi chiedo cosa possano avere in comune quei due.
Finalmente arriviamo e aspettiamo all’entrata del locale mentre Mike va a parcheggiare. Quando lui ci raggiunge, entriamo e prendiamo posto ad un tavolo. Non passa molto tempo, che vengono prese le nostre ordinazioni. Scelgo una pina colada; non voglio esagerare troppo stasera. Erika e Kyle scelgono invece lo stesso cocktail alla frutta, mentre Mike ordina una tequila.
Cerco di rompere il silenzio che si è creato da quando eravamo in macchina.
«Allora Mike, come ti vanno le cose? Sempre impegnato con il lavoro?»
Lui spalanca gli occhi come se gli avessi chiesto chi è stato il primo uomo a sbarcare sulla Luna. Domanda alla quale non saprebbe comunque rispondere …
«Tutto bene… ehm grazie».
Ma perché sembra così imbarazzato? In fondo questa è una domanda come un’altra. Intanto vedo Kyle sogghignare e guardare una Erika un po’ corrucciata.
«Che c’è tesoro, problemi al lavoro?» chiede lei calcando con enfasi la parola tesoro.
«No, no tutto bene davvero.» poi si volta a guardare Kyle e in maniera del tutto inaspettata domanda «Piuttosto a te come va? Lavori o ti fai mantenere gli studi?»
Sul volto ha disegnato un ghigno che non mi piace. Qui si mette male. Prima che possa farlo il mio amico intervengo io:
«Kyle è il migliore del nostro corso, dovrebbero pagarlo solo per i fantastici lavori che presenta, è davvero un genio!» rispondo mentre lo guardo e gli sorrido.
E’ vero, è molto bravo ma non ha una gran voglia di mettersi sui libri; preferisce l’aria aperta a quella viziata di una stanza. Tutto ciò che sa, lo apprende ai corsi o perché lo ha letto da qualche parte. È un vero genio, anche se dal suo aspetto non si direbbe.
«Oh Dio! Ma chi è quel gran figo?» urla Erika che sembra essersi dimenticata della presenza di Myke.
Ci voltiamo tutti per guardare.
Accidenti lui è qui!
Avverto un caldo improvviso. Il ragazzo dagli occhi ipnotici di stamattina è appena entrato attirando l’attenzione di non poche ragazze. Non riesco a capire con chi sia, ma mentre lo osservo guardarsi intorno la mia visuale viene interrotta dalla cameriera che ci porta le nostre ordinazioni, poggia i bicchieri e va subito via; quando lascia libero il campo visivo, del bellissimo ragazzo moro non c’è più traccia. Bevo il mio drink finché Erika non mi invita a ballare. Accetto all'istante e trascino con me Kyle, mentre invece Mike resta seduto al tavolo.
Le casse del locale suonano le note di Give me everythings di Pitbull.
«Adoro questa canzone!» urla Erika.
Ci dimeniamo tutti e tre come fossimo gli unici in pista. Mentre ridiamo alle stupide mosse di Kyle, io e Erika ci alterniamo per mostrargli invece come si muovono due vere ballerine sensuali, quando tra la folla vedo lui. E’ seduto al bar. Ha un gomito poggiato sul bancone e l’altra mano poggiata sulla coscia. Mi fissa. Per un attimo mi fermo domandandomi se è davvero me che sta guardando. Il suo sguardo mi ha folgorata.
«Che hai?» mi chiede Erika.
«Niente.» faccio segno con la mano di lasciar perdere e proseguiamo. Inizio a muovermi molto più lentamente guardando i miei amici ma sapendo di essere osservata da qualcun altro. Non so perché mi senta così audace stasera, non ho bevuto molto eppure mi sento euforica. Sento di ballare solo per lui. Voglio ballare solo per lui! Non mi fermo e continuo anche sulle note di Feel this moment. Stasera stanno sfoderando tutto il repertorio di Pitbull. I miei amici saltano, si agitano e io li seguo sapendo sempre di essere fissata da un solo ragazzo. Adoro questa sensazione, è come una scarica di adrenalina che mi invade il corpo; sono sudata ma ancora piena di energia.
Continuo a ballare fin quando non vedo Kyle sbalzato in avanti che mi finisce addosso per poi cadere insieme a me sul parquet della pista. Sento l’urlo stridulo di Erika, alzo gli occhi e vedo due tipi che si stanno azzuffando. Tento di rialzarmi ma barcollo sui tacchi: prima che possa accorgermene arrivano altri ragazzi per immischiarsi nella rissa. Kyle mi tende la mano e mi fa rialzare. Sono totalmente circondata da uomini sudati e furiosi. La situazione precipita e io cado preda al panico. Mi scaraventano da una parte all’altra mentre tento di trovare l’uscita.  D’improvviso sento due mani poggiarsi sui miei fianchi; quel tocco inaspettato mi fa sobbalzare. Mi decido a mandare al diavolo  l’ennesimo ubriaco che si getta addosso ad una donna, ma le sue dita passano lungo le mie braccia fino a intrecciarsi alle mie mani, per poi trascinarmi via.
«Vieni, andiamo.» dice lo sconosciuto con voce ferma.
Riesco a vedere solo la sua schiena ma lo riconosco benissimo. E’ lui! Osservo rapita la sua presenza fisica e con quanta sicurezza cammina scansando chiunque possa intralciarlo. Indossa un maglioncino beige che avvolge i muscoli delle sue spalle, disegnandoli.
Finalmente fuori dal locale, respiro a pieni polmoni l’aria fresca.
«Stai bene?» mi chiede.
Mi volto per guardarlo e sprofondo in due occhi blu stupendi. Da così vicino la sua bellezza è ancora più disarmante.
«Si.» rispondo.
Noto il tono lievemente preoccupato della sua voce poi il suo sguardo percorre la mia figura da capo a piedi. Lo vedo rilassarsi e fare un sorrisetto malizioso. Restiamo fermi a guardarci per qualche lungo istante poi lui aggiunge:
«Ti muovi molto bene...»
La sua frase resta sospesa a mezz'aria e io capisco che sta solo attendendo che io pronunci il mio nome.
«Mya, mi chiamo Mya, e… grazie.»
Sto diventando rossa come un peperone.
«Mya…» ripete lui, e continua a guardarmi fisso negli occhi, così cerco di distogliere lo sguardo e mi metto alla ricerca dei miei amici. Vedo Erika gesticolare per attirare la mia attenzione e le faccio capire di calmarsi perché l’ho vista.
«Va' pure! Non preoccuparti.»
«Ok!» rispondo «Allora... buona notte...» faccio una pausa per attendere che anche lui si presenti.
«Noah.» dice concludendo la mia frase.
Annuisco e lo saluto. Lui ricambia con un cenno della mano e aggiunge in un sussurro:
«Buonanotte Mya».
Il mio nome non è mai stato pronunciato in modo così tanto sensuale, e avrei voglia di risentirlo altre mille volte. Gli sorrido e poi mi volto per raggiungere gli altri.
«Ehi! Ce ne hai messo di tempo.» esordisce Erika «Ma quello non era il figo che era entrato nel locale? Lo conosci?» chiede sgranando gli occhi.
«È solo un amico di corso» rispondo facendo spallucce.
«Bhe gran bell’amico direi.»
«Dai ragazzi andiamo via da questo casino» dice Kyle, e ci invita a seguirlo per raggiungere la macchina di Mike.

La domenica mattina mi sveglia il suono del telefono che squilla. Quando lo afferro lo faccio con disappunto. E’ mia madre.
Prima ancora che possa rispondere un flebile pronto la sento gridare «Non dirmi che stavi ancora dormendo a quest’ora?»
Rispondo con un mugugno. Mi volto per guardare la sveglia e mi accorgo che sono solo le otto e trenta.
«Mamma ma è domenica, lo sai che ho solo due giorni di riposo dalle lezioni, per favore.» mi lamento, sbadigliando.
«Ok... è solo che ieri non ti ho sentita. Va tutto bene tesoro?»
«Si..»
Da quando due anni fa ho lasciato casa dei miei genitori, la loro apprensione per me sembra essere raddoppiata. Capisco le loro motivazioni ma vivo solo a un'ora di macchina da loro, non sono poi così lontana! Sono sempre stati dei genitori fantastici ma a ventidue anni ho sentito il bisogno di essere indipendente, perciò ho deciso di affittare un piccolo appartamento vicino l’università.
«Segui sempre le lezioni?» mi domanda.
«Si...»
«Vuoi rispondermi a monosillabi per tutta la mattinata?»
«Si...» dico con altro uno sbadiglio.
«Ok! Ti lascio dormire, ma ricorda di farti sentire ogni tanto… Ah! Ti saluta anche tuo padre.»
«Si, ok! Mamma, ci sentiamo presto>>  riattacco e mi rimetto a dormire, ma non ci riesco; ormai ho perso il sonno. Mia madre sa essere davvero assillante quando vuole. Le avrò detto tantissime volte di non chiamarmi la mattina presto ma sembra proprio non ascoltare. Un’altra cosa da aggiungere alla lista di cosa da fare: la mattina spegnere il telefono!
Mi alzo e faccio colazione. Resto a casa tutto il giorno con Erika e verso sera, mentre stiamo guardando l’ennesimo film sdolcinato alla tv, lei esordisce:
«Ho deciso di lasciare Mike.»
Mi volto verso di lei sconvolta. A dir la verità la sua decisione non mi sorprende più di tanto; è il tono noncurante con il quale lo dice a farlo.
«Perche?» chiedo
«Non so, non provo più le stesse cose.» risponde.
«Tu stai bene?» sono preoccupata per lei.
Non mi aspettavo una simile decisione repentina e temo che lui possa averle fatto qualcosa di grave.
«Si, sto bene. Ho solo deciso di prendermi una pausa. Mi sento come incatenata a questa storia, è ora di guardarmi un po’ in giro.»
Sorride e io mi tranquillizzo. La capisco, è difficile stare con qualcuno che non condivide i tuoi stessi interessi. Essere vicini fisicamente ma poi sentirsi estranei per esperienze di vita può essere devastante. La mia vecchia relazione è finita più o meno per le stesse motivazioni, sono stata io la stupida a non accorgermene in tempo e ho lasciato che lui si prendesse il meglio di me: la mia innocenza. Al solo pensiero fremo ancora di rabbia, soprattutto ai segreti che sono emersi successivamente e dei quali ero del tutto ignara...
Non ho mai creduto che la storia con Mike potesse continuare ma a Erika non l’ho mai detto, ho cercato di rimanerne in disparte. Se era felice lei, ero felice anch’io, quindi ora non posso che appoggiarla.
«Allora ci guarderemo intorno insieme!» le sorrido.
«Tu mi sembra che hai già fatto conquiste, eh!» sogghigna e poi scoppia a ridere.
E, ripensando a quanto accaduto la sera precedente, rido assieme a lei.












martedì 17 febbraio 2015

Ade presenta: DUE SIBILLE A CONFRONTO - Euridice e Selene hanno letto: "La Leggendaria Guerriera - Rinascita di una dea" di Aurora Ballarin

Buongiorno a tutti i nostri Sibillettori,
Oggi vi presento l'ultima fatica delle mie dame: la rubrica Sibille a confronto.
Questa rubrica, esordita già in passato con la recensione del "Dono della felicità" di Sara Purpura, mi ha incuriosito talmente tanto che ho insistito perché l'esperienza si ripetesse ancora.
Per l'occasione ho scelto io stesso il romanzo che le mie Sibille dovevano recensire e la mia scelta è ricaduta su un fantasy che da un po' di tempo mi incuriosisce.
E ora vediamo insieme cosa dicono Euridice e Selene, e se la mia rabbia dovrà abbattersi o meno su questo libro...
 
 





Sinossi:

Venezia 1896

Ainwen Carnelio, giovane rampolla di una delle famiglie più in vista della città, non ha mai capito la ragione del suo strano aspetto.
Cresciuta da un ammiraglio, che l'ha addestrata all'arte della spada fin da bambina e da una madre insolitamente attenta a farle apprendere la magia, la giovane passa le sue giornate divisa tra due realtà: quella diurna, la vita apparentemente normale di una ragazza della sua età; e quella notturna tra duelli, visioni di cui non conosce il significato e incubi che infestano le sue notti.
Tutto evolve all'improvviso il giorno in cui conosce il nuovo istitutore, Barahir. Un uomo enigmatico, di una bellezza unica e fin troppo interessato a lei.
Con il suo arrivo le visioni aumentano, facendosi via via più terrificanti.
Ogni volta che i loro sguardi si incrociano è come se lei vivesse l'esistenza di un'altra persona.
La mente viene travolta da ricordi non suoi e perfino la vita arriva quasi a non appartenerle più, confondendosi con quella di un'altra donna di cui a malapena conosce il nome.
Fino a quando, spossata nell'animo e nelle carni decide di voler sbrogliare la matassa dei misteri di tutta una vita.
Solo un nome dalla sua parte. Un unico fievole indizio a ricollegare ogni sua visione: Urwen.
Il nome della dea degli elfi.
Il nome della donna che, cinquecento anni prima salvò il mondo dall'apocalisse...
Questa ricerca la porterà a riscoprire il suo passato e un destino dannato, da cui non potrà scappare. Una guerra spietata l’attende alle porte del suo domani.
Una battaglia insensata e crudele da cui dipenderà non solo la sua salvezza ma anche il destino di chi ama e del mondo che Urwen, prima di lei, era stata chiamata a proteggere.
Vecchi legami la richiameranno all’esistenza che ancora in fasce aveva gettato alle spalle e dalle stesse ceneri del dolore che comporterà la conoscenza del futuro che l’attende, dovrà ricostruire non solo un mondo, evitandone la fine, ma anche e soprattutto la sua stessa vita…




Euridice pensa:

Questo romanzo mi ha sorpresa e piacevolmente colpita. È il primo volume di una trilogia, e questo ovviamente rende il finale apertissimo, ma la cosa non guasta affatto. Anzi ti lascia una piacevole trepidazione e il desiderio di proseguire nella lettura per sapere cosa accadrà ancora.
Il romanzo è una piacevole commistione di generi: dall’epic allo urban al paranormal.
I due protagonisti, Ainwen e Niccolò, sono due ragazzi normali, che si trovano improvvisamente investiti di enormi responsabilità, dalle quali dipende addirittura il destino dei popoli che abitano la terra.
Tutti i personaggi, dai principali fino all’ultimo dei comprimari, sono tratteggiati con maestria. Si nota che l’autrice è affezionata a ciascuno di loro, infatti dedica al loro carattere e ai loro tratti fisici una descrizione minuziosa che però non diventa mai pedante.
Memorabile la figura di Firion, un cattivo che sa entrarti nel cuore. Ambiguo, appassionato, crudele e insieme tormentato: un vero capolavoro tra i malvagi della narrativa contemporanea.
L’autrice è giovane, la sua prosa è fresca ma mai acerba. Sa scrivere in maniera elegante ma senza pedanteria. E la qualità del testo è eccellente: il romanzo della Ballarin è più curato di quelli che mettono in commercio molte case editrici.
La storia scorre bene, mischiando suspence azione e combattimenti a momenti riflessivi e d’introspezione. La parte epica e quella romance sono perfettamente bilanciate. Nessun tipo di lettore potrà mai dirsi scontento. C’è anche da dire che la trama è assolutamente originale, i colpi di scena mai scontati e la tensione narrativa garantita.
Una nota particolare è d’obbligo per i bellissimi personaggi delle due custodi. Sono tratteggiate con una tale delicatezza da renderle indimenticabili.
Insomma la valutazione di Euridice su questo romanzo è una promozione a pieni voti. E leggerò con piacere il secondo volume.









La Luna pensa:

Quando ho cominciato questo romanzo ero sicura di trovare un altro dei tanti fantasy poco curati, scadenti o emulatori di antiche glorie. Un fantasy epico? Mi dicevo, storcendo la bocca. E poi... anzi, MA poi... ma poi ho conosciuto Niccolò e Ainwen, due personaggi curati con devozione e minuzia da una penna che man mano viene letta diventa indimenticabile, così come lo diventano tutti coloro che incontriamo in questa avventura. Sì, perché la si vive con loro, perché ci si trova catapultati indietro nel tempo in quel mondo fatto di magia, dove una ragazzina normale all'apparenza di troverà presto a lottare contro qualcosa di più grande di lei. Dove il destino del mondo dipenderà da due personaggi che ho amato con tutto il cuore. dove conoscere il cattivo, che per la mia natura appena oscura come il lato della mia luna in ombra, ho amato ancora di più. Perché nulla in questo fantasy è già visto o sentito e nessun personaggio o azione, o combattimento o parte di trama è lasciata al caso e non emozionante.
Ogni particolare è seguito, narrato, incastrato con attenzione e minuzia di particolari che rendono il testo tutt'altro che pesante come spesso accade, ma completo e avvincente.
In una parola? Questo libro è stato una SORPRESA.
Il destino dei popoli dipende finalmente da due ragazzi normali, l'una tormentata da qualcosa che non comprende e legata a qualcosa di meraviglioso, l'altro che ti rapisce.
La scrittura è assolutamente impeccabile. 

La penna è delicata, decisa, fresca. La sintassi e a prosa lasciano a bocca aperta e sicuramente è uno dei migliori fantasy letti in questi ultimi anni.
Dire che lo consiglio è dire poco, perché questo romanzo mi ha rapito, restituendomi la parta di me che ama il fantasy terribilmente.
Quindi lo ringrazio anche.
Si tratta di una trilogia e non mancherò di parlarvi dei prossimi libri che andranno a completare la serie.
Consigliato.




sabato 14 febbraio 2015

Atena ha letto: Le barriere della passione di Giovanna Mazzilli

 
 
 
 
 
 
Sinossi:
 
Amelia ha ventiquattro anni, non è una super modella, fa un lavoro ordinario e frequenta persone normali. È una ragazza riservata, che crede di stare bene solo quand’è chiusa nel suo guscio protettivo. Alejandro invece sembra un uomo che non ha bisogno di chiedere nulla. Bello da morire e che intuisce da subito, ogni più intimo desiderio di Amelia. Quest’ultima non si rende conto che i limiti, creati dalla sua mente, ostacolano la sua vita, e le impediscono di viverla in pieno. L’arrivo di Alejandro la confonderà spaventandola, ma per la prima volta in assoluto, la farà sentire viva. La trasgressione, così come il calore e la sfrontatezza di quell’uomo, varcherà le sue barriere, arrivando fino al suo cuore. Alejandro però si rifiuta d’innamorarsi, rischiando di perdere l’unica donna che sente veramente sua. Riusciranno entrambi a lasciarsi andare e a capire che non esistono barriere così alte, se ad abbatterle è l’amore?
 
 
 
Atena pensa:
 
"Un rosa con marcate scene erotiche"
Così si presentano inizialmente Le Barriere della Passione; ma in realtà la storia di Alejandro e Amelia è molto molto di più.
Un condensato di emozioni che trascina il lettore dall'inizio alla fine, accompagnandolo in un vortice di passione, dolore e amore.
Alejandro, trent'anni, uomo in carriera proveniente da una famiglia benestante, mezzo ispanico e mezzo italiano, si trasferisce dalla Spagna a Milano per prendere il posto del vecchio direttore del centro commerciale dove lavora Amelia. Porta sul cuore una grande cicatrice che gli impedisce di amare e s'avvicina alla protagonista pensando a lei solo come ad un avventura.
Lei, d'altro canto, non ha mai vissuto l'amore carnale e si fa sedurre da Alejandro, innamorandosene poco dopo...sempre accompagnata dalla fedele Madonna e dalle sue canzoni (queste parti sono esilaranti ah ah ah :) )
Non spiegherò altro della trama per evitare inopportuni spoiler.
Per quanto riguarda la parte tecnica, la scrittura è fluida, semplice ma non scontata e priva di errori o refusi.
Insomma, questo è un libro romantico, che farà sospirare più di qualche donna...perfetto per la giornata degli innamorati: un'avventura da leggere tutta d'un fiato.
 
 


 

giovedì 12 febbraio 2015

Focus on: Come il vento per una girandola di Nadia Filippini


Bene Antro, oggi una parte di me si sente romantica. Come potevo lasciarmi scappare questo libro, di cui ho sentito parlare molto bene?










Sinossi:
Chiara e Alessio. Da due anni le loro strade si sono divise bruscamente, lasciando una profonda ferita in entrambi. Lontano l'uno dall'altra, hanno cercato di andare avanti con le loro vite e lasciarsi il passato alle spalle. Quando però Alessio torna a vivere a Milano e le chiede di tornare nella sua vita, Chiara si troverà ad affrontare una scelta più difficile di quanto lei stessa potesse immaginare. Fidarsi ancora una volta di Alessio e rimettere in gioco i propri sentimenti o chiudere definitivamente col passato e guardare avanti?


Dicono i lettori:
Ho adorato questa storia d’amore. Ne sono stata rimasta colpita fin dall’epilogo, che potrei definire solo con un semplice WOW. Ho perso il conto del numero di volte che l’ho riletto. Di solito l’inizio di un libro è sempre la parte che più mi annoia, ma con questo romanzo non è successo. Mi ha catturato ed è cresciuto in me il desiderio di girare le pagine per sapere cosa sarebbe successo. Moltissime sono state le emozioni che si sono alternate e non sempre tutte positive, ma quando una storia riesce a farti palpitare, allora è una storia che vale la pena di leggere!!! Ovviamente ho amato follemente il protagonista, Alessio, per la sua tenacia, la sua forza e la sua volontà di lottare per quella che è LA donna della sua vita. A volte si sbaglia per i motivi più assurdi, che spesso riconosciamo sbagliati solo dopo moltissimo tempo e quando ormai è troppo tardi, ma avere il coraggio di ammetterli e voler rimediare è ciò che conta di più di tutto. L’orgoglio non è mai una buona cosa e in amore non dovrebbe proprio esserci. Perdonare non è mai facile e ritornare a fidarsi è ancora più difficile. Quando si rompe qualcosa, si può provare a ricostruirla, ma le crepe si vedranno sempre. Solo il tempo riuscirà a farle scomparire e a non farcele più vedere. Per questo motivo ho adorato il personaggio di Chiara, per il suo essere semplicemente vera. Perché prende la decisione che tutte avremmo preso, perché ascolta il cuore e non l’orgoglio, perché preferisce amare che odiare. I personaggi di Manuel e Federico si rivelano degli ottimi amici. Quelli che tutti vorrebbero al proprio fianco. I colpi di scena non mancano, ma è bello scoprire che con l’amore si supera tutto!! Non si cade mai nel banale o nel surreale e questo l’ho molto apprezzato. La scrittura è fluida e scorrevole. Pagina dopo pagina sono giunta ben presto alla fine, purtroppo. Avrei voluto leggere ancora di Alessio e Chiara e, in fondo, spero ancora che l’autrice ci regali un seguito. Insomma, io voglio sapere se la protagonista ha imparato o meno a fare quella cosa ;)
Consiglio questa lettura a tutti e spero che il vento di emozioni che ha soffiato su di me, trasformando qualcosa di semplice in qualcosa di magico, colpisca anche voi ;)
Focus on: Ambrosia di Deborah Fasola


Buon pomeriggio Antro, vi è mancata la vostra Medusa? Sono tornata carica di novità, una di queste è proprio il romanzo che sto per presentarvi. Siete curiosi? Allora...diamo inizio alle danze.










Sinossi:
“Ma quando non puoi avere ciò che ami, quando non c’è assolutamente nulla che tu possa fare se sai che non potrai mai stringerla per poi trattenerla davvero, allora non ti resta che lottare per salvarla, lottare per continuare ad amarla per sempre.”
Ambrosia è un’allieva di Jeet Kune Do che vive una vita tranquilla insieme ai suoi compagni: ‘I Nove’, perseverando sulla via dell’insegnamento e della disciplina. Ma quando il Maestro confida di aver perso la moglie per via di un essere sovrannaturale, per lei e i suoi amici tutto cambia.
Quali nuovi pericoli si celano dietro questa rivelazione?
Quanto c’è di vero nell'antica profezia divina e nell'eterno ritorno dell’identico? È follia visionaria o realtà?
Sarà Ambrosia a doverlo scoprire, con il rischio di perdere la vita e anche il cuore.


Dicono i lettori:
Ho trovato questa storia davvero originale, scritta benissimo e appassionante. Ho tremato e gioito con la protagonista e col protagonista, le due voci narranti della vicenda. Fino all'imprevedibile colpo di scena finale.
Un libro da leggere tutto d'un fiato che, pagina dopo pagina, ti fa scoprire che gli angeli non sono poi così puri e buoni.
Coraggioso, perchè l'autrice ribalta quello che è il concetto di amore di Dio per gli uomini e lo mostra sotto un'altra luce.
Consigliatissimo a chi, stanco delle solite storie di angeli e demoni, voglia qualcosa un po' fuori dagli schemi.

martedì 10 febbraio 2015

1° Giveaway Sibilibroso

Buon pomeriggio a tutti i Sibillettori!
Per ringraziare tutti voi che ci state leggendo e che partecipate alle attività del nostro Antro, io e le mie Sibille abbiamo deciso di indire un Giveaway.
Tanti sono gli autori che hanno aderito all'iniziativa e si sono uniti a noi per festeggiare i primi mesi di vita del blog mettendo in palio i loro romanzi per un totale di 29 ebook e 1 cartaceo.



IL GIVE TERMINERÀ LA MEZZANOTTE DEL 28 FEBBRAIO 2015

Nostri carissimi Sibillettori, partecipare è facilissimo e ci auguriamo sarete con noi anche in questo evento.
 

REGOLE PER PARTECIPARE AL I° GIVEAWAY SIBILIBROSO

  • Iscriversi al blog
  • condividere l'evento sulla propria bacheca
  • mettere "mi piace" alla pagina Facebook "L'antro delle sibille"
  • Commentare sotto il post del blog e scrivere la propria mail.

Le Sibille, dopo aver controllato che tutte le regole siano state rispettate, vi assegneranno un numero.
               

 Il sorteggio avverrà DOMENICA 1 MARZO 2015 mediante il sito: Random.org     
 
 
 
I vincitori saranno ben 6 e i premi saranno divisi in:
 
  •  I° classificato:  "Blood catcher" (cartaceo), "Il dono della felicità", "La Leggendaria Guerriera", "La Nave di Cristallo", "Tradiscimi se hai coraggio", "Il cuore e la maschera", "Le barriere della passione", "Un terremoto d'amore", "The rolling sea"
 
  • II° classificato: "Il potere dell'amore - Le guerre del clan", "Paradise Valley: La Trilogia", "Accanto a un angelo", "L'amore supera ogni cosa", "Reborn", "Quando l'amore è amore", "Il sentiero d'inverno"
 
  • III° classificato: "Emma", "Gabriel", "La contessa delle tenebre", "Amethyst", "E mi troverai fra le parole",
 
  • IV° classificato: "Il mio cuore è tuo", "Parigi, amore e altri disastri", "Il mio unico destino", "Take me into your hell"
 
  • V° classificato: "Per te questo e altro", "Il cavaliere senza nome", "La stella di Seshat"
 
  • VI° classificato: "Eternal Flame", "Il sapore del proibito"




Tradiscimi se hai coraggio!

Olivia ha da poco passato i trent’anni, un lavoro che la soddisfa e un fidanzato perfetto. Il suo unico problema è che odia i traditori: la sua è una vera ossessione e trascorre gran parte delle sue giornate a smascherare potenziali tradimenti grazie anche al suo lavoro. Olivia non si fida del prossimo e travolta dalla gelosia e dalla diffidenza, tende un’imboscata al suo ragazzo, Max, scoprendone il tradimento.
Distrutta e sconfitta, si trova a dover affrontare il tanto atteso matrimonio di sua sorella minore, Alice, che sta per sposare Chris, un uomo perfetto nonché fratello del suo ex.
Alla vigilia delle nozze, però, qualcosa non va secondo i piani e Olivia commette un errore imperdonabile.
Attraverso situazioni imbarazzanti ed esilaranti, la nostra protagonista si troverà faccia a faccia con se stessa e con i dubbi e le insicurezze che si porta dietro da tutta la vita.
E alla fine, cosa farà Olivia? Cederà come tutti all’infedeltà o rinuncerà alla cosa più bella che le sia mai capitata nella vita?



La Leggendaria Guerriera: Rinascita di una dea (II° edizione)
Ainwen Carnelio, giovane rampolla di una delle famiglie più in vista della città, non ha mai capito la ragione del suo strano aspetto.
Cresciuta da un ammiraglio, che l'ha addestrata all'arte della spada fin da bambina e da una madre insolitamente attenta a farle apprendere la magia, la giovane passa le sue giornate divisa tra due realtà: quella diurna, la vita apparentemente normale di una ragazza della sua età; e quella notturna tra duelli, visioni di cui non conosce il significato e incubi che infestano le sue notti.
Tutto evolve all'improvviso il giorno in cui conosce il nuovo istitutore, Barahir. Un uomo enigmatico, di una bellezza unica e fin troppo interessato a lei.
Con il suo arrivo le visioni aumentano, facendosi via via più terrificanti.
Ogni volta che i loro sguardi si incrociano è come se lei vivesse l'esistenza di un'altra persona.
La mente viene travolta da ricordi non suoi e perfino la vita arriva quasi a non appartenerle più, confondendosi con quella di un'altra donna di cui a malapena conosce il nome.
Fino a quando, spossata nell'animo e nelle carni decide di voler sbrogliare la matassa dei misteri di tutta una vita.
Solo un nome dalla sua parte. Un unico fievole indizio a ricollegare ogni sua visione: Urwen.
Il nome della dea degli elfi.
Il nome della donna che, cinquecento anni prima salvò il mondo dall'apocalisse...
Questa ricerca la porterà a riscoprire il suo passato e un destino dannato, da cui non potrà scappare. Una guerra spietata l’attende alle porte del suo domani.
Una battaglia insensata e crudele da cui dipenderà non solo la sua salvezza ma anche il destino di chi ama e del mondo che Urwen, prima di lei, era stata chiamata a proteggere.
Vecchi legami la richiameranno all’esistenza che ancora in fasce aveva gettato alle spalle e dalle stesse ceneri del dolore che comporterà la conoscenza del futuro che l’attende, dovrà ricostruire non solo un mondo, evitandone la fine, ma anche e soprattutto la sua stessa vita…



La nave di cristallo (The winged Vol. 1)
Un romanzo che parla di amore e dannazione, di passione e Inferno. E il Paradiso resta una remota possibilità, anelata ma anche temuta.
La nave di cristallo viaggia col suo carico di demoni e creature infernali.
Megan è la sua preda. Nessuno sa se il sigillo che la protegge riuscirà a sconfiggere i potenti esseri che vivono nella nave.
E chi è davvero Reeve, il suo enigmatico e affascinante compagno di corso? Qualcuno che vuole difenderla o una nuova terribile minaccia?
Hector, l’oscuro cacciatore, è sulle tracce della ragazza e lei non è ancora certa di potersi fidare di Reeve.
La fuga di Megan la condurrà dall'America all'Europa, in cerca di una salvezza che sembra irraggiungibile. E l'incontro con la gelida Ellinor farà sorgere nuovi dubbi nel cuore della ragazza, in un complesso gioco di ruoli che rende difficilissimo distinguere il Bene dal Male, gli angeli dai demoni.
Un romanzo denso di colpi di scena, per chi ama lo urban fantasy più emozionante e intenso.

 




Il Potere dell'Amore - Le guerre dei Clan
Alessia, Fabio, Davide e Sara conducono una vita normale, finché una notte di luna calante la loro vita cambierà. Scopriranno di avere dei poteri che li rendono simili a degli dei e verranno separati. Giulia affiderà ad Alessia e Sara il compito di uccidere i ragazzi, ai quali Sandro darà lo stesso incarico, in nome di un "progetto superiore" e misterioso. Ma chi sono davvero Giulia e Sandro? Possono fidarsi di loro?
Passato e futuro si mescolano e si snodano mentre i ragazzi vanno in cerca di risposte, nel tentativo di comprendere che cosa siano realmente.


 


Paradise Valley: La trilogia
Jonathan Shelley è un mezzosangue lakota che, per sfuggire ai ricordi di un passato doloroso, lascia la Grande Riserva Sioux e torna nel Montana, dove lo aspettano le terre che suo padre gli ha lasciato in eredità. Lì ritrova i parenti e gli amici d’infanzia, tra i quali Abigail Foster ed è proprio di lei che s’innamora. Il loro è un amore difficile, il giudizio della gente costringe la ragazza a voler mantenere segreta la loro unione, il sangue misto di Jonathan rappresenta per lei una vergogna, pur nutrendo per lui sentimenti sinceri. Sarà proprio l’incertezza di Abigail a segnare la loro storia d’amore. La gelosia e l’orgoglio li terrà lontani, pur uniti dallo stesso amore… 
Una trilogia romance ambientata nel West americano di fine ‘800, al tramontare dell’epoca d’oro dei cowboy.



Accanto a un angelo
Ci sono angeli che vivono nascosti tra noi. Perché sono sulla Terra? E cosa cercano tra le terzine della Divina Commedia?
Giulia è una ragazza appena diplomata, innamorata di Daniel da anni. Lui ricambia i suoi sentimenti, ma per proteggerla non glielo ha mai rivelato, perché Daniel, in realtà, è proprio uno di questi angeli.
Quando si trovano a vivere l’uno accanto all’altra, Daniel non può più trattenere l’amore che prova per lei e le confessa di contraccambiarla. Il pericolo però è in agguato; gli angeli caduti lo vogliono dalla loro parte e devono impedirgli di imporre il marchio alla ragazza.
L’amore di Daniel e Giulia è abbastanza forte da essere la chiave della salvezza dell’angelo, e forse, anche dell'umanità?




L'amore supera ogni cosa
Rebecca è una ragazza semplice e solare, vive a Venezia e conduce una vita alquanto monotona, finché un giorno l’avvento di una notizia apparentemente triste le stravolgerà la vita portandola invece a provare molte emozioni ed a vivere esperienze uniche legate all’amicizia, alla vita professionale e a quella sentimentale. Conoscerà Niko, l’amore della sua vita e troverà la forza ed il coraggio per dimenticare un passato doloroso…





Reborn
Una bambina venuta dal passato. Una madre in lutto. Un folle eroe romantico. Un cocchiere dall’occhio di vetro. Una storia d’Amore e Morte che vi condurrà al confine tra i mondi. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 Maya Belli, siciliana e ultima figlia di una numerosa famiglia, si sente soffocare dalle continue interferenze ed eccessive protezioni che le impongono i suoi fratelli e le sue sorelle. Assillanti e invadenti fino al punto di renderla incapace di prendere anche la benché minima decisione, per "respirare" Maya sceglie la fuga. Prende alla lettera il detto "anno nuovo, vita nuova" e, prima ancora di rendersene conto, si ritrova in Sardegna, dall'amica Priscilla Belfiore. L'amica la presenta subito alla sua comitiva, compagni di svago e divertimento, esortandola a sentirsi libera e indipendente, oltre che a essere se stessa. Il fatto è che Maya non si conosce affatto, non sa bene cosa vuole, l'unica cosa che conosce di se stessa è quella di essere una ragazza goffa, imbranata e molto brava a fare brutte figure. Nonostante questo, Mirko, un affascinante amico di Priscilla, dimostra subito interesse per quella ragazza strampalata. I due non sembrano essere compatibili, anzi, sono molto diversi in tutto. Ma questa diversità non scoraggia Mirko che, testardo e determinato, farà di tutto per conquistare Maya. Ci riuscirà? Niente è scontato, soprattutto perché Maya incontrerà un uomo del suo passato di cui aveva perso le tracce e che le era rimasto nel cuore. Inoltre, ognuno di noi ha una paura inconfessata, un timore segreto. Qual è quello di Mirko? Un romanzo divertente e ironico, dai dialoghi scorrevoli, in cui non mancherà qualche momento di commozione.


Le barriere della passione
Amelia ha ventiquattro anni, non è una super modella, fa un lavoro ordinario e frequenta persone normali. È una ragazza riservata, che crede di stare bene solo quand’è chiusa nel suo guscio protettivo. Alejandro invece sembra un uomo che non ha bisogno di chiedere nulla. Bello da morire e che intuisce da subito, ogni più intimo desiderio di Amelia. Quest’ultima non si rende conto che i limiti, creati dalla sua mente, ostacolano la sua vita, e le impediscono di viverla in pieno. L’arrivo di Alejandro la confonderà spaventandola, ma per la prima volta in assoluto, la farà sentire viva. La trasgressione, così come il calore e la sfrontatezza di quell’uomo, varcherà le sue barriere, arrivando fino al suo cuore. Alejandro però si rifiuta d’innamorarsi, rischiando di perdere l’unica donna che sente veramente sua. Riusciranno entrambi a lasciarsi andare e a capire che non esistono barriere così alte, se ad abbatterle è l’amore?




Emma
Emma è una ragazza semplice dall'inconsapevole fascino magnetico. La sua vita tranquilla, al confine dell'invisibilità, verrà sconvolta da un cambiamento radicale ed improvviso che la catapulterà nel complesso e violento mondo di streghe e vampiri. Un'inaspettata e travagliata transizione ne muterà in modo definitivo la natura e l'essenza trasformandola in un essere sovrannaturale mai esistito prima. Quando la straordinaria ragazza, accompagnata dai suoi amici di sempre e da un nuovo e viscerale amore, si troverà ad affrontare con coraggio la sua nuova vita imparando ad amarla e ad amare se stessa come mai prima, scoprirà di possedere uno sconfinato ed incontrastabile potere. È, questa, una appassionante ed intensa storia di amicizia, fratellanza e amore.



Gabriel: il sigillo della tredicesima runa
Gabriel è un ragazzo come ce ne sono molti. Scapestrato e superficiale, conosce fin troppo presto i dolori che un'esistenza umana porta con sé. Attraverso la sofferenza e la morte impara la caducità della vita e la fragilità dei sentimenti.
In una Scozia di fine 1400, Gabriel sceglierà le tenebre e l'oscurità dell'immortalità. Sceglierà di diventare un vampiro.
Sangue e morte ne accompagnano l'esistenza vissuta nell'inconsapevolezza e nell'ignoranza del suo dono. Un sigillo che ne cambierà radicalmente le sorti.
Una vita, la sua, vissuta al limite con al fianco Andrew, suo fratello, che mai lo abbandonerà neanche quando tutto in lui sembrerà essere perduto. Una storia che abbraccia quasi sei secoli, ricca di cambiamenti e repentini mutamenti che porteranno ad un'intima trasformazione interiore che toccherà il culmine nell'incontro con Emma, l'amore della vita di Gabriel.
Sarà proprio l'amore, il motore che muove ogni cosa, a rendergli salva la vita e soprattutto l'anima.




La contessa delle tenebre

Parigi, 1795. Marie Thérèse Charlotte di Borbone da tre anni vive rinchiusa fra le mura della Torre del Tempio, imprigionata dai rivoluzionari francesi. Ha visto morire, uno dopo l’altro, tutti i suoi familiari e ha subito la più tremenda delle umiliazioni: lo stupro; teme di non avere alcuna via d’uscita quando le viene proposta la liberazione, in cambio di dodici prigionieri di guerra.
La stessa sera, mentre si sta svagando con partite a carte e prostitute, Leonardus Cornelius Van der Valck riceve la visita di un nobile austriaco che gli fa un’offerta che non può rifiutare: l’imperatore in persona gli chiede di prendere sotto la propria custodia la cugina, unica superstite della famiglia reale francese. Ma c’è un problema: l’affascinante e scaltro libertino dovrà sposare la ragazza, rimasta incinta durante la prigionia.
Riusciranno due persone tanto diverse a fidarsi l’una dell’altra? E Charlotte saprà superare il trauma della violenza subita, per aprire il suo cuore all’amore vero?
Scottanti passioni, rapimenti, scambi di persona e intrighi politici si susseguono per dare vita a un romanzo in cui amore e coraggio accompagnano il lettore, pagina dopo pagina.



Amethyst
Angel Watson è una normale sedicenne.
Almeno così credeva prima di conoscere e innamorarsi di Josh Cohen, metà vampiro metà licantropo e terribilmente affascinante.
Da quel giorno, la sua vita cambia completamente: scopre che una profezia parla di lei e che il re dei vampiri vuole il suo sangue e la sua morte.
Mentre cominciano a manifestarsi sintomi di una metamorfosi fisica, segno dell’avvento della profezia, Angel si rende conto che anche Aaron, fratello di Josh, è innamorato di lei. O almeno così sembra, perché il ragazzo non ha ancora dimenticato il suo primo amore Catherine.
Tra dubbi, inganni, pericoli e segreti di famiglia, saranno tanti i tasselli del puzzle che Angel dovrà mettere insieme per avvicinarsi alla verità e al compimento del suo destino.
Perché lei è speciale. Lei è l’Ametista.



E mi troverai fra le parole

I fiabeschi e armoniosi promontori scozzesi fanno da scenografia alle vite di Rachel e Niall.
I loro destini corrono paralleli lungo la linea della vita, sfiorandosi, intrecciandosi, senza mai fondersi completamente.
Dopo anni di lontananza Rachel torna nella sua amata terra, più forte e indipendente, convinta di aver anestetizzato le proprie insicurezze e soffocato i sensi di colpa.
Vive in lei il forte desiderio di voltare pagina.
I suoi obiettivi? Avviare uno studio psicoterapeutico con l’amica storica Sophie e cosa fondamentale riconquistare Niall, l’uomo amato da sempre.
Rachel però ha sottovalutato la vita e sopravvalutato la capacità del tempo di lenire le ferite.
Nonostante il legame intenso e profondo che li unisce si troverà costretta a combattere contro i demoni nascosti di Niall; I medesimi fantasmi che credeva di aver sconfitto lei stessa.
In quest’ardua battaglia Rachel ha un unico alleato: la profonda conoscenza della mente umana.
Rinvigorita dall’amore affronterà le insidie dell’inconscio nel tentativo di strappare Niall da un ignoto e oscuro destino.
Non dovrà smarrirsi, altrimenti saranno persi  



Il mio cuore è tuo
Chloe è follemente innamorata del suo compagno Luke, ha una famiglia che l'adora e un lavoro che le piace.
Le sembra di toccare il cielo con un dito. Ma il giorno del suo compleanno Luke la lascia sostenendo di non essere più innamorato di lei. La vita di Chloe cambia di colpo, succede l'inaspettato e dovrà affrontare tutto da sola, perde anche il lavoro. Promette a se stessa di non innamorarsi mai più, per lei gli uomini non esistono. Chloe conosce Nick. Per lui sarà un vero e proprio colpo di fulmine, per lei no. Sarà difficile conquistarla. Lei ha creato una barriera insormontabile nel suo cuore che non permette a nessuno di oltrepassare.
Paura di amare ancora.
Paura di soffrire ancora.


Parigi, amore e altri disastri
Nadia ha trent’anni, un lavoro impegnativo ma che le piace, una famiglia che le vuole bene e un problema: è innamorata del suo capo dal primo momento in cui l’ha visto e che ha respirato il suo profumo.
Un giorno, però, decide di dare le dimissioni e allontanarsi da lui, Andrea. Ha già la lettera di licenziamento in mano pronta a essere consegnata quando l’uomo la sorprende invitandola a cena. Nadia accetta e finiscono con il passare la notte insieme. Quando al mattino si risvegliano nello stesso letto, Andrea la illude facendole credere di essere interessato ad avere una relazione con lei e le fa delle promesse che sa di non poter mantenere. Le dà un appuntamento a cui non si presenta e a questo punto Nadia, infuriata e sconvolta, dà davvero le dimissioni e lascia Torino per fuggire a Parigi dagli zii, dove è decisa a ricominciare una nuova vita lontana dal passato che l’ha ferita e, soprattutto, lontana da Andrea.
Per uno strano scherzo del destino però i due si incontreranno proprio a Parigi.
Andrea, nel rivedere Nadia, capisce di aver sbagliato ad abbandonarla in quel modo e farà di tutto per riconquistarne la fiducia ma soprattutto il cuore, anche se non sarà un’impresa facile: Nadia è paranoica, a volte folle, cinica, sarcastica e con un cervello che proprio non vuole saperne di spegnersi un secondo. Tuttavia, Nadia ha ancora il cuore a pezzi e superare la diffidenza nei confronti di Andrea sarà tutt’altro che facile!


Eternal Flame
Dopo essere stata imprigionata e torturata, Elettra O'Connell, ultima strega della sua stirpe, ha un solo scopo: la vendetta. È disposta a tutto pur di uccidere Kieran, il Mangiatore di Anime che le ha rovinato la vita, anche a sedurre un pericoloso Lykae. Quando le cose cominciano a sfuggirle di mano, un uomo misterioso la conduce in salvo portandola con sé nella sua base operativa. Lui è Belial, un Daemon con un passato tormentato alle spalle. Da tempo non gli interessano più le donne, eppure sente un’inspiegabile attrazione per la ragazza che sembra ricambiare.
Condotta al cospetto del re dei Daemon, Elettra decide di stringere un patto con lui: la collana di sua madre in cambio del suo aiuto a uccidere Kieran.  La caccia ha così inizio, intanto l'attrazione tra Elettra e Belial si trasforma in una fiamma pronta a divampare. Ma potrà la loro passione riuscire a sconfiggere i tormenti del passato?


Per te, questo e altro
Stella, dopo essere stata tradita, scappa a Milano per ricominciare da capo, ma completamente distrutta,
non riesce a reagire per due lunghe settimane.
Attraverso chiamate e messaggi, l'unica persona che riesce a tenere assieme i suoi pezzi è Sergio,
il suo migliore amico, rimasto in Sardegna.
Stella inizierà a vedere la luce in fondo al tunnel solo quando Sergio dirà di volerla andare a trovare...






Il dono della felicità
Lucy ha davanti a sé un futuro radioso come socio del prestigioso studio legale fondato dal padre. Derek vive nell’oscurità e nella rabbia, da quando quest'ultimo l’ha privato degli affetti più cari. Ferire Lucy gli appare la giusta vendetta nei confronti dell’uomo che gli ha distrutto la vita. Con il proposito di esorcizzare il passato e trovare pace, il suo intento sarà avvicinarla e portare a termine il suo piano. A volte, però, tutto può accadere. Può succedere che un risentimento e un'idea di vendetta, si annullino di fronte al prodigio dell'amore e, che l'arroganza di un uomo s’inchini al volere della coscienza. Può succedere, infine, che due anime s’incontrino ignorando di essere predestinate da una vita e cedano al richiamo della passione. Nessun piano può essere seguito alla lettera se a sconvolgerlo è il cuore. Una storia che vi farà credere ancora nella magia dell'amore e nel miracolo più grande che esso possa compiere.
 

Il Cuore e La Maschera
Una figura misteriosa si muove indisturbata lungo i corridoi bui dell’Opéra: Erik, colui che nessuno vede ma che tutti, in teatro, temono. Il Fantasma sa di essere condannato a una vita senza amore, e anni dopo la partenza dell’adorata Christine, decide di riportare gloria e fama nel Suo teatro ricominciando a comporre opere capaci di incantare chiunque le ascolti.
Ma le cose non andranno come Erik le aveva immaginate: l’arrivo di Leah lo farà piombare nuovamente nel tormento e nella disperazione, risvegliando nel suo animo inquieto quei sentimenti che credeva ormai morti.
Nel suggestivo scenario di una Parigi d’inizio Novecento prende forma la travagliata storia d’amore tra il Fantasma dell’Opera e la giovane cameriera, due vite ai margini che possono incontrarsi solo nei meandri oscuri della notte, per condividere le proprie solitudini e per sentirsi, insieme, un po’ meno diversi.
 


Take me into your Hell
Eoni dopo la sconfitta del perfido Crono, i suoi tre figli maschi, Zeus, Poseidone e Ade si spartirono i tre regni del creato, divenendo rappresentanti di ognuno di essi. Così, a Zeus toccò in sorte il Cielo, a Poseidone i sette mari, mentre a Ade, ingannato dai suoi fratelli, spettò il tenebroso Erebo dei defunti.
Per mantenere l'equilibrio del creato Zeus legittimò che i tre regni non sarebbero mai dovuti venire a contatto gli uni con gli altri, per nessuna ragione. Ma forse il sovrano dell'Olimpo non aveva messo in conto tra quelle ragioni la più nobile, e al contempo pericolosa, capace da sola di far vacillare le basi stesse su cui l'equilibrio si fondava: l'amore.
E quando il Signore dell'Oltretomba si innamorerà della figlia prediletta del Dio del Cielo decidendo, contro volere di quest'ultimo, di prenderla in sposa, l'equilibrio del cosmo sarà messo a dura prova da quella che in seguito sarebbe diventata la storia d'amore più famosa e tormentata di tutti i tempi. Questo era il preludio della storia d'amore di Ade e Persefone; una realtà camuffata da mito, sopravvissuta nel tempo ai mutamenti del mondo, così come a quelli dei Divini che tra intrighi e subdoli giochi di potere giocavano con il destino dell'umanità, coinvolgendo e stravolgendo a più riprese la tormentata coppia, fino allo straordinario e inaspettato colpo di scena finale.
Questo è il mito di Persefone, la favola di un cuore innamorato disposto a rinunciare alla Luce per amore: questo è Take me into your Hell.


IL MIO UNICO DESTINO
Serena e Alessandro hanno iniziato una nuova vita assieme, ma la loro felicità non durerà molto, poiché lei scoprirà degli oscuri segreti sul suo avvenente imprenditore. In più, l’incontro con Stefano la segnerà. Lui è bellissimo, ha occhi ipnotici, e la sua pelle è baciata dai tatuaggi. Serena sa che è pericoloso avvicinarsi a Stefano, infatti dovrebbe stargli lontana, essendo anche il fratello del suo unico amore. La giovane deve fare, quindi, i conti con i suoi sentimenti: Alessandro, l’ha ferita, ma lei può davvero andare avanti e dimenticarlo? E Stefano sarà la sua nuova occasione? 



La stella di Seshat
La signorina Fitzroy è un’archeologa. Un’archeologa un po’ particolare. La chiamano quando deve districare particolari enigmi. Come il recupero dell’ultima goccia di Amrita, l’acqua della vita eterna, oppure la leggendaria Stella della tiara della dea Seshat, grazie alla quale svelare i segreti della Conoscenza. Appartiene alla casta dei Longevi. Coloro che desiderano l’immortalità non hanno la minima idea di quello che significhi. È una condanna venduta, da chi non l’ha mai subita, come il dolce più zuccherino. Appena la si assaggia, ecco che diventa fiele. Quel sapore rimane in eterno e diventa sempre più amaro, fino a corrompere l’anima.


IL CAVALIERE SENZA NOME
1130
REGNO DI SICILIA
Fosco è un cavaliere forte, temerario, giusto, ma non ha un retaggio nobile alle spalle, è un bastardo senza nome, irretito da molti, stimato da pochi. È uno dei consiglieri di Ruggero II e questa sua posizione gli procura gelosie e invidie.
La vita e le esperienze faranno di lui un uomo duro e non incline ai sentimentalismi. Quando il Re gli propone di prendere in sposa sua nipote Serena, accetta senza esitare nonostante gravi sulla fanciulla l’onta della vergogna e la possibilità di una gravidanza indesiderata. Un cavaliere deve aiutare gli indifesi e i deboli. Lui, nato bastardo, avrebbe salvato la reputazione di una nobile fanciulla e sarebbe stato un buon padre. Questa sua fredda considerazione vacilla dinanzi al carattere esuberante ed eccentrico della moglie, nel cui sangue scorre l’irruenza degli Altavilla. L’attrazione tra i due scoppia improvvisa e senza freni ma imprevisti, incomprensioni e tradimenti saranno in agguato per impedire il realizzarsi di un sogno comune. Un oscuro e misterioso nemico vuole prendere in trappola il lupo del re e la rossa amazzone. Riuscirà la forza dell’amore a salvarli?




Blood Catcher (cartaceo)Quindici giorni. È questo il tempo che serve a Lotus per trovare una nuova preda e prepararla per il suo Padrone. Questa volta la ricerca lo conduce ad Aurora, vicino Chicago, dove incontra una creatura perfetta. Camille, quarant'anni, due figli e un matrimonio traballante, è la tipica casalinga frustrata. Sarà proprio questa frustrazione a stuzzicare i sensi da Blood Catcher di Lotus che, giocando al gatto col topo, la braccherà fino a farla cedere e a risvegliare in lei sensazioni assopite. Tutto sembra andare come previsto per Lotus, eccezion fatta per alcune inopportune emozioni che lo assalgono quando meno se lo aspetta, rischiando di mettere a repentaglio la missione. Riuscirà a portarla a termine con successo o cederà all'istinto che lo spinge inesorabilmente a perdersi tra le braccia di Camille? Un incontro fortuito, una donna speciale, una vita da prendere, un'anima che torna a vivere. Quando amore e morte s'incontrano ci si può soltanto arrendere e fare una scelta. Sarà quella giusta?


Il sapore del proibito (Forbidden fruit Vol. 1)
“Il sapore del proibito” è quello agrodolce dell’amore di Stephen per Mya, un sentimento che sembra nascere da una pulsione adolescenziale, ma che invece cresce col tempo fino a trasformarsi in una dolce ossessione.
Stephen è sensibile, tenero, talmente vero da esporsi senza remore, mentre Mya, che è la sua insegnante e vicina di casa, è più matura e con un passato che potrebbe gravarle,diffidente anche verso le cose più genuine.
Tra loro nascerà un amore capace di sfidare il tempo e le convenzioni, un qualcosa di puro, una fusione di corpo e anima che porterà chi lo leggerà a credere che la felicità non abbia bisogno di grandi gesti, ma possa essere fatta soprattutto di piccole cose.
Una storia sospesa sul filo sottile che delimita il sogno dalla realtà, un confine virtuale che la fantasia di ognuno è libera di valicare.


 
The Rolling Sea: il destino di Scarlett
Caraibi, 1720
Il volto di una bellissima donna intagliata nel legno si staglia all'orizzonte. Il gioiello che porta al collo, una stella fatta di giada, brilla al sole. Gli occhi ambrati di Scarlett fissano il veliero minaccioso che le sbarra la strada verso la libertà. Stavolta non si tratta di affrontare un conte lussurioso, un marito dispotico o un padre severo. Stavolta dovrà vedersela con Johnny Shiver, un pirata più crudele del diavolo. Sarà in balia dei suoi capricci e del suo primo ufficiale, Redblade, spietato e arrogante. Ha solo un modo per sfuggire a quella prigione. Una scelta assurda, l'unica in grado di donarle una vita degna di essere vissuta. Il destino di Scarlett prenderà una rotta imprevedibile che esigerà un alto tributo di sangue. Il mare sarà crudele ma, infine, restituirà i suoi più inconfessabili segreti.



Il Sentiero d'Inverno (Racconti di sentieri e stagioni Vol. 1)
Non esiste un modo giusto per dire addio, ma Beatrice è costretta ad affrontarne diversi; dalla morte improvvisa del padre alla perdita del suo primo grande amore, sembra che ogni biglia del suo destino continui a innamorarsi del caso sbagliato.
Costretta a crescersi e ad abbracciarsi nell’inverno del suo cuore per proteggersi dal gelo, fugge a New York da un paesino in provincia di Bologna. Il suo presente scorre tranquillo, l’acqua di fiume che si getta nel mare, tra un lavoro illegale per l’anima e un coinquilino gay che vive come in un cliché. Ogni tanto starnutisce ricordi pesanti, fino a quando non ritorna la sua equazione irrisolta - e ogni passo la conduce sul sentiero che sin da bambina le faceva tremare il cuore: diventare un’adulta, senza più l’ombra del padre a tenerle la mano.



 
UN TERREMOTO D'AMORE
Si tratta di un romanzo rosa, ove si intrecciano passione rabbia amore e gelosia.
Il terremoto che ha devastato l’Emilia ha fatto sì che molti carabinieri siano stati convogliati nelle tendopoli, la gestione dei campi terremotati, delle emergenze, richiede diverse braccia in più tra queste Mia un maresciallo dei carabinieri, con un trascorso personale difficile, una ragazza fragile nonostante la divisa, nel suo passato Claudio e Simone. Nel suo presente nessuno, ma all’improvviso…eccoli, di nuovo loro, Simone è il nuovo capitano, vecchi rancori vecchie gelosie, lui l’ha allontanata nel passato con forza e decisione. Il cuore di lei ancora sanguina , le loro divergenze scoppiano come la passione e Claudio è ancora tra di loro.
Le indagini li coinvolgono li avvicinano. Rabbia passione gelosia li allontanano.
Due protagonisti con due caratteri complessi, le loro vite si intrecciano, si dividono, si ritrovano.
Riuscirà il cuore di Mia a scendere a patti con la sua mente? Simone riuscirà a trovare nell’insicurezza di Mia la strada per il suo cuore? Ma quando sarà lei la vittima…tutto cambierà